Tomboy Style. Ovvero a me piace vestire così, giacca, jeans e mocassini.

fashion blog
COFFEE BAG
Fashion blog di Luana Filosini

Non si parla della tanto sponsorizzata camicia da uomo sbottonata sul reggiseno in pizzo nero. Fa sexy indubbiamente. Ma questo è il gioco della seduzione.

Qui si parla di tomboy style. Lo stile “maschiaccio”. Si va oltre l’idea di rubare i vestiti a lui. Non è travestirsi.

E’ la fiducia in sè stesse, la ribellione, la voglia di avventura. Essere rock indossando un impeccabile smoking alle nove del mattino. Girare spettinata in jeans con ai lobi tintinnanti chandelier come colonna sonora a un paio di mocassini. E’ un pant over e un panama in testa, è una giacca costruita sul modello sartoriale maschile. E’ il gioiello: un paio di gemelli ai polsi.

E’ controtendenza.

Katharine Hepburn, icona tomboy style

katharine hepburn
Ph. by Pinterest

C’era questa creatura diversa da qualsiasi cosa avessi mai sentito
Narrò il regista George Cukor.

Gambe lunghissime, forme androgine, viso spigoloso, labbra sottilissime: è lei, Katharine Hepburn, icona tomboy style.

Nata e cresciuta in un ambiente libero da ogni tipo di pregiudizio, in un’America degli anni ’20, femminista, determinata, arrogante. Produttrice dei suoi film, finita nella lista nera degli attori considerati “veleno per botteghino” ma vincitrica di 4 oscar.

Per 27 anni l’altra donna di un Tracy Spencer che mai divorziò da sua moglie.

Ciò che le donne indossano oggi è stato incommensurabilmente influenzato dalla forza della personalità della Hepburn e nell’indossare ciò che voleva
(J. Druesedow, Direttrice del Kent State University Museum)

A noi piace ammirare i suoi pantaloni palazzo a vita alta, o quelli alla caviglia color cachi. E poi le sue camicie da uomo e i dolcevita scuri. E nessun gioiello a coprire quella sua allure carica di ironia, eleganza e femminilità.

Perchè è forse grazie a lei che le donne, ma soprattutto gli uomini, hanno cominciato ad accorgersi di come un certo tipo di femminilità si traduca in sensualità partendo dalla testa.

Cosa copiare del suo stile?
Niente.

Questa è stata la sua grande lezione: adottare lo stile maschile e mantenerlo per tutta la vita semplicemente perchè questo era il suo di stile. Creato su di sè, dove sentirsi comoda, forte, intoccabile. Libera.

Noi possiamo semplicemente trarre ispirazione: una giacca, un jeans, un mocassino, un orologio d’acciaio.

Le mie scelte

boy chanel
BOY Chanel
Ph. by Pinterest
  • Il blazer color cammello ultimo arrivato della nuova collezione di Zara.
  • I mocassini Tod’s.
  • Le stringate inglesi Church’s.
  • Le camicie candide di Cos.
  • L’iconica tracolla Boy, un omaggio a Coco Chanel e al suo grande amore Arthur Boy Capel. Evocazione maschile, ricalca le linee delle giberne, con i rettangoli laterali ripresi dal disegno di una cassaforte, e il sistema di chiusura ispirato ai lucchetti.

Ogni volta che sento un uomo che dice di preferire una donna con la gonna, mi viene da dire ‘Provane una’.
Katharine Hepburn

Tomboy Style
Ph by Pinterest

Per LE MIE SCELTE precedenti visita i link:
CALZINI, CALZETTONI E GAMBALETTI A VISTA
BLU: MODA AUTUNNO-INVERNO 2018
VINTAGE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here